Territorio di Monteluco

Monteluco è sempre stato un luogo speciale e gli spoletini (ma non solo loro) hanno riservato in ogni secolo particolari attenzioni a questo promontorio di calcare fittamente rivestito di grandi alberi sempreverdi.

Fisicamente separato dalla città dalla grande incisione del Tessino, ma ricongiunto ad essa da quello straordinario manufatto che è il Ponte delle Torri, il monte ha avuto, nel corso dei secoli, una storia strettamente correlata a quella degli uomini.

Sappiamo che nell'antichità gli spoletini l'avevano popolato delle loro divinità (il lucus era il bosco sacro) ed è probabile che già fossero vigenti particolari prescrizioni circa l'accesso e la conservazione del bosco.